Il Brusafer  -- baita locanda mountain bike
                          
      PRODOTTI    
" TIPICI E LOCALI"
La Locanda
                      
                      
                              
           Scuola           
Mountain Bike
     HOME        CHI SIAMO     DOVE SIAMO  
Contattaci 
Flora & Fauna

FLORA

Il comune di Mattie è caratterizzato da una notevole varietà di specie vegetali in floraconseguenza al grande sviluppo altimetrico e alla diversa esposizione ai raggi solari dei suoi versanti. Nelle zone circondanti i centri abitati sono presenti fitti boschi di latifoglie: castagno, frassino, rovere con presenza di ciliegio selvatico e qualche conifera. La coltivazione del castagno da frutto per la produzione del rinomato e apprezzato marrone, ancora oggi praticata, un tempo era assai più diffusa. Così come sugli assolati versanti del Cret di Coou, la complessa collina che separa Mattie dal fondovalle, era estesamente praticata la coltivazione della vite, di alcuni ortaggi e del frumento. Di questa attività oggi restano solo i segni lasciati nel territorio: una formidabile opera di floraterrazzamento con muri in pietra a secco (le echafes) per sfruttarne ogni metro quadrato. L’eccezionale esposizione ai raggi solari, unita all’effetto di irraggiamento notturno da parte delle rocce e dei muri in pietra, permettono ancora oggi, scomparsa ormai qualunque tipo di coltivazione, la crescita spontanea di specie vegetali tipiche dei climi caldi e asciutti, come rosmarino, mandorlo, etc. (ne consigliamo la visita attraverso la mulattiera recentemente ripristinata).
E’ degno di nota anche l’ambiente umido (le sagnes) presente fra la frazione Giordani e Bruni ospitante numerose specie vegetali e animali.
Alzandosi di quota si entra nel territorio del Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè passando attraverso boschi di latifoglie composti in prevalenza da aceri, tigli, faggi, frassini. In passato questa fascia era diffusamente coltivata, mentre oggi è invasa dalla boscaglia. Più in alto, sui versanti freschi e ombrosi, prevale il bosco di conifere costituito soprattutto da larici e abete bianco.
A partire dai 2000 m esemplari solitari e contorti di larice lasciano il posto ai pascoli alpini, ad arbusti di ontano verde, rododendro, mirtillo. I pascoli alpini sono il teatro delle spettacolari fioriture estive, in particolare tra giugno e luglio.

FAUNA

Il territorio di Mattie grazie al notevole sviluppo altimetrico (da 500 a 2890 m s.l.m.) e alla presenza faunadel Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè ospita numerosissime specie animali. Già nelle vicinanze delle borgate è facile scorgere, soprattutto nel periodo invernale, caprioli, cervi, cinghiali, volpi, faine, scoiattoli, poiane. Sono anche presenti tassi, qualche martora, etc. e numerose specie di uccelli. Salendo di quota si entra nel territorio del Parco: negli estesi boschi di conifere sono presenti faine, tassi, volpi, scoiattoli, ghiandaie, cince, rampichini. I pascoli di alta quota, le pietraie, gli arbusti contorti ospitano una piccola fauna rara e preziosa: oltre alla marmotta, simbolo del Parco, si può trovare l’ermellino, la pernice bianca, la lepre variabile, il gallo forcello, la coturnice, il picchio muraiolo, il fringuello alpino.
Tra gli ungulati presenti, il camoscio è quello faunaosservabile con più facilità negli spazi aperti di alta quota. I caprioli e i cervi preferiscono le zone boscose dalle quali escono soltanto alle prime luci dell’alba o all’imbrunire. Oltre al cinghiale, di abitudini decisamente notturne, frequenta il territorio del parco una colonia di mufloni e alcuni stambecchi da poco reintrodotti.
Di recente sono stati avvistati alcuni esemplari di lupo, giunti spontaneamente in Valle di Susa dall’Appennino.
Le specie di uccelli presenti sono oltre 100, tra cui alcuni grandi rapaci come astore, poiana, falco pecchiaiolo, biancone, aquila reale, gipeto.
Passa quasi sempre inosservata la piccola fauna che d’estate anima i boschi e praterie: ramarri, serpenti, orbettini, salamandre, rane e un esercito di piccoli, variopinti, ronzanti insetti.

.